Questo sito utilizza cookie. Utilizzando i nostri servizi, si accettano le modalità d'uso dei cookie. Per saperne di più sull'utilizzo  nel sito e per leggere come disabilitarne l'uso: 

News

GARA LAVORI PARCO TRANSFRONTALIERO ISONZO-SOČA – LOTTO 1

Lunedì 26 novembre è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale slovena il bando per le opere infrastrutturali per l'area ricreativa di Vrtojba da realizzare nell'ambito del progetto Isonzo- Soča. È la prima volta che un soggetto di diritto italiano pubblica un bando in Slovenia. Un momento storico per il territorio transfrontaliero e per il GECT GO, ente che ha competenza sul territorio delle tre città e che può spingersi oltre i confini e affrontare, per la prima volta, le sfide di una cooperazione che pianifica e realizza insieme, pensando non più a tre Comuni distinti, ma ad un'unica città transfrontaliera, senza più divisioni.
"La pubblicazione, per la prima volta, di un bando in Slovenia di un soggetto di diritto italiano è il punto di arrivo di un percorso di programmazione che coinvolge due territori che mai fino ad ora avevano integrato i loro sistemi giuridici ed amministrativi- spiega il direttore del GECT GO, Sandra Sodini. Da quando ho iniziato a lavorare al GECT GO, ho sempre sentito parlare di mio e di tuo... oggi questo bando è NOSTRO. Significa che non è né italiano né sloveno, ma espressione concreta della nostra città unica transfrontaliera".
Il Progetto Isonzo-Soča fa parte dell'Investimento Territoriale Integrato (ITI) per lo sviluppo del territorio transfrontaliero dei Comuni di Gorizia, Nova Gorica e Šempeter-Vrtojba, finanziato dal Programma Interreg V-A Italia-Slovenia 2014 – 2020 per un importo totale di 10.000.000 Euro (coperti all'85% dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale e al 15% da cofinanziamento nazionale italiano).
Le fasi progettuali del lotto relativo all'area ricreativa di Vrtojba sono state commissionate dal Comune di Šempeter-Vrtojba, che ha in previsione di effettuare anche ulteriori investimenti con fondi propri sull'area.

H1

Scadenza bando: 7/1/2019
Vai al bando

Pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale slovena (26/11/2018)

Pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale europea (27/11/2018)

Pubblicazione nella sezione "Bandi e avvisi" della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia (29/11/2018)

 

 

Cooperating for investment, investing in cooperation, Interact Event 28/11/2018

The possible link among the goals of Cohesion Policy and related instruments or policy frameworks is one of the most challenging tasks for programmes co-funded by European Structural and Investment Funds.
Thus article 96.3 (d) of Reg. (EU) No 1303/2013 is a concrete tool that allows cooperation activities in the 'Investment for growth and jobs goal (IGJ)' for all European regions.
In the framework of Interact activities for the follow-up and promotion of new tools for cooperation throughout ESI funds and instruments, also given the interest showed by a number of European regions, Macro-regional Strategies' stakeholders and practitioners wanting to implement a closer cooperation and exchange between the opportunities offered in the framework of Cohesion Policy, this event is aimed at pointing out what is the current situation for the use and implementation these tools and – as well – to identify future perspectives for the (simplified) use of new tools for cooperation and development, also in the framework of the EU Macro-regional strategies.

The EGTC GO collaborates in the panel discussion:

State of play, experiences, rationale and expectations for the (simplified) use of new tools for cooperation and development
• Mr Josef Tetter, Interreg IT-AT - CLLD approach
• Mrs Urszula Budzich-Tabor, FarNet - CLLD – EMFF
• Tomaž Konrad, GECT GO / EZTS GO Interreg IT-SI – ITI “Isonzo-Soča” and “Salute-Zdravstvo”
• Mr Francisco Tovar, Spanish Ministry of Finance - ITI “Azul”

Agenda

interact2

 

Percorsi socio-sanitari congiunti, convegno 28/11/2018

Per pianificare la realizzazione di servizi congiunti sul territorio transfrontaliero è necessaria una programmazione comune e, in secondo luogo, una realizzazione congiunta. Fino ad oggi ciò non è stato possibile perché mancava uno strumento giuridico che permettesse di superare le barriere amministrative tra stati diversi. Il GECT GO è un ente che ha competenza sul territorio delle tre città: può spingersi oltre i confini e affrontare, per la prima volta, le sfide di una cooperazione che pianifica e realizza insieme, pensando non più a tre Comuni distinti, ma ad un'unica città transfrontaliera, senza più divisioni.

GECTGO28112018

 

 

Cultura e futuro dell’Europa, convegno 23/11/2018

Il GECT è uno strumento prezioso anche per la candidatura congiunta di Gorizia e Nova Gorica a capitale europea della cultura 2025.
Su questo si è focalizzato l'intervento del direttore del GECT GO, Sandra Sodini, al convegno Cultura e futuro dell'Europa, organizzato dall'Istituto per gli Incontri Culturali Mitteleuropei di Gorizia.
Durante il convegno del 23 novembre il direttore ha illustrato anche lo strumento dell'Investimento Territoriale Integrato e i progetti Isonzo e Salute.

ICM

 

 

FaLang translation system by Faboba

Fondatori

gorizia-new
nova-gorica-new
sempeter-vrtojba-new

Partner e progetti

 


 

informest

 

 


 

 

INTERREG IT SLO FUND RGB 138

 


logo 450 

  


 

IVY jpg 138

 

 


 

 facebook sm twitter sm youtube sm